logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Belluno

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Giugno  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             

Eliminazione delle barriere architettoniche - Richiesta di contributo

Dove rivolgersi

Servizio Patrimonio
Indirizzo  via Mezzaterra, 45
Telefono  0437 913471
Responsabile  Giuseppina Cannata
Fax  0437 913414
Indirizzo e-mail  patrimonio@comune.belluno.it

Requisiti del richiedente

I soggetti privati con disabilità o proprietari di spazi o edifici aperti al pubblico con sede nel Comune di Belluno, o residenti nello stesso, che debbano sostenere spese per:

  • garantire la fruibilità di edifici privati e spazi privati aperti al pubblico - art. 12 - 13
  • garantire l'acquisto e la posa in opera di facilitatori di vita di relazione - art. 14
  • garantire l'adattamento di mezzi di locomozione privata - art. 16

possono presentare domanda di contributo a valere su legge regionale e su legge statale.

 L'entità del contributo erogato viene determinata sulla base delle spese sostenute e comprovate.

Modalita' di richiesta

L'Amministrazione comunale riceve le domande dei cittadini, sia riferite al contributo regionale (L. R. n. 16/2007) che a quello statale (L n. 13/1989), cumulabili tra loro.
Se ritenute congrue, le domande dovranno obbligatoriamente essere accettate.
I cittadini hanno l’obbligo di inoltrare la domanda prima dell’inizio dei lavori o prima dell'acquisto degli ausili.

I contributi possono essere richiesti per le seguenti opere (secondo la L. R. n. 16/2007):

  1. opere murarie direttamente finalizzate alla fruibilità degli edifici e spazi privati aperti al pubblico (art. 12)
  2. opere murarie direttamente finalizzate alla fruibilità edifici privati, ivi compresi gli edifici adibiti a luogo di lavoro e gli edifici di edilizia residenziale agevolata (art. 13);
  3. opere murarie direttamente finalizzate alla fruibilità del posto di lavoro occupato in maniera stabile da persona con disabilità (art. 13);
  4. per l’acquisto e la posa in opera di facilitatori della vita di relazione come le suppellettili, le attrezzature e gli arredi che consentano alla persona con disabilità la pratica delle funzioni quotidiane, compresi i dispositivi atti a favorire l’accesso e la mobilità interna agli edifici (domicilio o posto di lavoro), quali montascale, pedane mobili, elevatori e simili (art. 14) adattamento di motoveicoli e autoveicoli in funzione delle minorazioni anatomiche e funzionali del soggetto disabile (art. 16).

La domanda, in regola con l'imposta di bollo da Euro 16,00, dovrà essere consegnata all'Ufficio Politiche per la Casa.
Per il modulo di domanda su Legge statale n. 13/1989, cliccare qui.
Per il modulo di domanda su Legge regionale n. 16/2007, cliccare qui.
Le domande, per tutti gli articoli di legge, devono essere presentate PRIMA dell’inizio i lavori o dell’acquisto degli ausili.

L'istruttoria delle due domande si sviluppa in modo distinto riservando le verifiche sul cumulo dei contributi al momento delle effettive eventuali assegnazioni.
Le domande presentate ai sensi della legge 13/89 conservano procedure differenti e pertanto il cittadino interessato dovrà presentare al Comune due domande distinte avendo cura di allegare alle domande per la legge 13/89 la documentazione prescritta dalla Circolare Ministeriale (22 giugno 1989 n. 1669/UL supplemento ordinario alla G.U. n. 145 del 23.06.1989 n. 47).

Per maggiori informazioni, si rimanda al sito Internet della Regione Veneto.

Documenti da presentare

Alla domanda vanno allegati:

  1. certificato medico in carta libera attestante le condizioni di disabilità
  2. certificato (o fotocopia autentica) attestante l'invalidità totale con difficiltà di deambulazione
  3. preventivo di spesa contenente la descrizione delle opere, comprensivo dell'IVA
  4. copia fotostatica di documento di identità e codice fiscale del richiedente.

Nel caso in cui le barriere da eliminare siano presenti in parti comuni del condominio, allegare anche fotocopia del verbale di assemblea del condominio.
Nel caso di alloggio occupato in qualità di affittuario, allegare anche benestare del prorietario dell'immobile.

Iter

La domanda presentata viene inserita in un elenco annuale (graduatoria) che viene inviato al Dipartimento competente della Regione Veneto la quale ha il compito di stabilire il contributo da assegnare.

Spese a carico del cittadino

n. 1 marca da bollo da Euro 16,00.

Tempi di erogazione

Per i contributi regionali e statali, i tempi dipendono dall'assunzione dei relativi provvedimenti di competenza regionale e statale.

Normativa di riferimento

L. R. n. 16/2007 "Disposizioni generali in materia di eliminazione delle barriere architettoniche"
L. n. 13/1989 "Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati"

Segnalazioni, reclami, ricorsi e opposizioni

Responsabile del procedimento

Giuseppina Cannata

Responsabile aggiornamento scheda

Raffaella Da Ros - Irene Cappelletti
- Scheda 34 -

Data aggiornamento scheda

06/02/2018
P.zza Duomo, 1
C.F. e P.Iva 00132550252
info@comune.belluno.it PEC: belluno.bl@cert.ip-veneto.net