logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Belluno

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Marzo  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
             

News

Errore caricamento immagine.

Dal 1° gennaio parte la decertificazione

Data news: 02 gen 2012
Gli enti pubblici e i gestori di servizi pubblici non possono più chiedere certificati ai cittadini. I comuni rilasceranno solo certificati per rapporti tra privati, negli altri casi basterà l'autocertificazione

Dal 1° gennaio è entrata in vigore la L.183/2011 che porta con sé importanti novità.

La principale è la cosiddetta decertificazione. Dal 1° gennaio agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni e ai gestori di servizi pubblici. Pertanto gli uffici comunali di stato civile e di anagrafe possono rilasciare i certificati soltanto ad uso privato e quindi con imposta di bollo e dei diritti di segreteria (euro 14,62 + 0,52 per ciascun documento), sui quali sarà scritto “il certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica amministrazione o ai gestori di pubblici servizi".

Si ricorda comunque che il cittadino può sempre rilasciare le autocertificazioni.

 

La decertificazione non è un concetto nuovo, tanto che la prima legge a parlarne è del 1968. La norma appena entrata in vigore vuole solo spingerne agli estremi l'applicazione imponendo esplicito divieto al rilascio di certificati rivolti ad enti pubblici in quanto essi dovrebbero esserne già in possesso o potrebbero facilmente ottenerli direttamente dalle amministrazioni.

Si tratta perciò di un vantaggio per il cittadino che però deve esserne informato e sapere come produrre le autocertificazioni.

Le dichiarazioni sostitutive (o autocertificazioni) consistono in dichiarazioni scritte in carta semplice su moduli già predisposti – che gli enti di arrivo dei documenti dovrebbero già far trovare disponibili agli sportelli per evitare ai cittadini di tornare più volte – nei quali l'interessato dichiara e sottoscrive stati, fatti e qualità personali, ad esempio la residenza, la nascita, lo stato di famiglia. Il cittadino è poi responsabile della veridicità di quanto ha dichiarato. Gli enti interessati avranno l'onere di richiedere direttamente ai comuni i certificati o accertare a campione le autodichiarazioni. 

Sono disponibili ai seguenti link i moduli per l'autocertificazione  on line e i moduli per la dichiarazione sostitutiva.


0437.913482 - demografici@comune.belluno.it


Data ultimo aggiornamento: 14/03/2012
P.zza Duomo, 1
C.F. e P.Iva 00132550252
info@comune.belluno.it PEC: belluno.bl@cert.ip-veneto.net