logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Belluno

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Febbraio  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
             

Accensione fuochi

Dopo l'emanazione del decreto nazionale "Terra dei fuochi" che prevede il divieto della combustione di materiale vegetale, la Regione del Veneto è intervenuta con propria normativa, il 4 aprile con l'approvazione della legge finanziaria 2014, che così regolamenta la disciplina della combustione controllata sul lugo di produzione di residui vegetali:

art. 56, comma 1

E’ consentita la combustione controllata sul luogo di produzione di materiale vegetale derivante da attività agricola e dalla manutenzione di orti e giardini privati , effettuata secondo le normali pratiche e consuetudini.

Comma 2

Al fine di disciplinare l’attività di cui al comma 1, i Comuni, tenuto conto delle specifiche pecularietà del territorio, nell’ambito dei propri Regolamenti di Polizia Rurale dettano la disciplina per la combustione controllata sul luogo di produzione di residui vegetali, individuando le aree, i periodi, gli orari e le cautele da adottarsi.

Comma 3

Nelle more dell’adozione o adeguamento dei regolamenti comunali di polizia rurale alle disposizioni di cui al comma 2 è consentita la combustione controllata del materiale residuale vegetale di cui al comma 1 nel rispetto delle seguenti prescrizioni che costituiscono requisiti minimi cui i Comuni conformano i rispettivi regolamenti di polizia rurale:

Le attività devono essere effettuate sul luogo di produzione, ad adeguata distanza da edifici di terzi, in cumuli di dimensione limitata avendo cura di isolare l’intera zona da bruciare tramite una fascia libera da residui vegetali e di limitare l’altezza ed il fronte dell’abbruciamento;

Le operazioni devono svolgersi nelle giornate di assenza di forte vento, assicurando, fino alla completa estinzione di focolai e braci, costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo o di persona di sua fiducia;

Le ceneri derivanti dalla combustione del materiale vegetale sono recuperate per la distribuzione sul terreno a fini nutritivi.

---------------------------------

Riepilogando, a seguito della recente norma regionale, l'accensione di fuochi per la combusione controllata di residui vegetali, è concessa purchè vengano osservate le prescrizioni riportate nel Regolamento di Polizia Rurale del Comune di Belluno che prevede:

Art. 8
Divieti e tutele per l'accensione dei fuochi
In riferimento alla Legge 1.3.1975 n. 47 e alla Legge Regionale 20.3.1975 n. 27 nonché alle prescrizioni di massima e di Polizia Forestale, alla Legge 4.8.1964 n. 424, è vietato a chiunque accendere fuochi all'aperto nei boschi o ad una distanza minore di m. 100 dai medesimi, salvo per coloro che per motivi di lavoro sono costretti a soggiornare nei boschi.
In ogni caso dovranno essere adottate tutte le misure necessarie a prevenire danni da incendi al territorio; il focolare va tenuto costantemente sorvegliato fino al suo completo spegnimento sotto la diretta responsabilità di chi lo ha acceso.
L'abbruciamento delle "ristoppie" e di altri residui vegetali in campagna è consentito soltanto quando la distanza dai boschi è superiore a 100 metri, purché il terreno attorno al focolare, venga accuratamente ripulito per evitare il propagarsi del fuoco; è vietato accendere fuochi quando spira il vento.
E' comunque assolutamente vietato accendere fuochi in qualsiasi luogo all'aperto nei periodi di prolungata siccità in cui vige l'ordinanza prefettizia di "MASSIMA PERICOLOSITÀ INCENDI".
E' vietato bruciare ovunque all'aperto materiale plastico, pneumatici, vernici o altri materiali che possano produrre diossina o altre sostanze tossiche.
E' altresì vietato bruciare all'aperto materiale riciclabile o altro materiale che è possibile conferire nei cassonetti di raccolta, anche differenziata, di rifiuti solidi urbani.
In caso di incendio, in ambito rurale ed urbano, i proprietari di case adiacenti al luogo dello stesso devono consentire l’uso di quanto occorre e permettere l’accesso in ogni zona agli addetti all’opera di spegnimento e di isolamento del fuoco.

 

Si ricorda inoltre che in base al Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Belluno, articolo Art.34 - Accensione di fuochi e stoppaie, "è vietato, nei centri abitati, accendere fuochi, bruciare sterpi, rifiuti di giardinaggio o qualsiasi altro materiale."

 

 

 

 

P.zza Duomo, 1
C.F. e P.Iva 00132550252
info@comune.belluno.it PEC: belluno.bl@cert.ip-veneto.net