logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Belluno

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             

Comunicato

Comunicato

Comune:

Belluno

Data:

06/11/2019 00:00

Oggetto:

“Passi e trapassi”: il programma di sabato 9 novembre
Passeggiata in Cimitero, riflessione sul senso della perdita con Gabriele Villani e incontro con Roberto Totaro

Descrizione:

Tre proposte, sabato 9 novembre, per “Passi e trapassi”, la rassegna del Comune di Belluno dedicata ai temi della morte, curata da Claudia Alpago-Novello.

Il primo appuntamento è alle 11, al Cimitero di Prade, con “Le parole dei vivi per i morti. Volti e frammenti di vita dietro le iscrizioni funerarie del cimitero di Prade”. La passeggiata sarà guidata da Michele Buoso fra le tombe dell’area monumentale del cimitero di Prade ripercorrendo vite e aneddoti di alcuni personaggi poco conosciuti della Belluno ottocentesca.
È richiesta la prenotazione, per un massimo di 30 partecipanti, da effettuarsi all’Ufficio Cultura del Comune di Belluno dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.00, martedì e giovedì, dalle 14.00 alle 17.30, telefono 0437 913108.

Alle 17.30 ci si sposta a Palazzo Fulcis, per “L’importanza del perdere”,  una riflessione sulla perdita, dalla scomparsa fisica di qualcuno all’elaborazione emotiva che sta dietro le piccole perdite quotidiane, incontro/dibattito con Gabriele Villani, illustratore, disegnatore, appassionato di fumetti e da sempre interessato a spaziare nel campo dell’arte, dai dipinti, alla musica, alle video produzioni e ideatore di “Coma Empirico”. Conduce Stefano De Marzo. A seguire, firma copie presso il bar Speakeasy, in piazzetta S. Stefano.

Gabriele Villani, 1990, vive a Taranto, la sua città di origine, dove è tornato dopo aver trascorso un periodo di studi a Roma dove ha frequentato il D.A.M.S., Discipline Arti Musica e Spettacolo, laureandosi nel 2014.
Comincia a dipingere durante il liceo artistico, la sua formazione si amplia durante il periodo universitario nel campo della cinematografia e della scrittura.
Illustratore, disegnatore, appassionato di fumetti e da sempre interessato a spaziare nel campo dell’arte: dai dipinti, alla musica, alle video produzioni, in una costante ricerca espressiva. Dal 2016 è ideatore di “Coma Empirico”, un webcomics che conta più di 300 mila followers che si riconoscono nei dilemmi esistenziali del suo malinconico personaggio. Le sue vignette, a sfondo esistenziale e sociale, trattano temi in chiave cinico-ironica attraverso la raffigurazione di diversi personaggi.

La serata, in Sala “Bianchi”, alle 20.30, sarà dedicata a “Morire tra i fumetti. Chi muore e si rivede (o no) nei fumetti”: i personaggi dei fumetti qualche volta muoiono, ma poi ritornano. Altre volte no, muoiono e basta, brutalmente. Una passeggiata nello spazio e nel tempo tra i fumetti alla scoperta di defunti più o meno illustri, attraverso gli sguardi incrociati di uno scrittore e di un fumettista.
Conversazione fra e con Mauro Smocovich e Roberto Totaro.

Roberto Totaro (TOT) è nato a Belluno nel 1957, si è formato al Liceo Artistico e all'Accademia di Belle Arti di Venezia. Dall'adolescenza si è dedicato alla grafica umoristica, lavorando nel contempo anche nel campo pubblicitario. La sua esperienza lavorativa è iniziata nei primi anni '80 a "bottega" presso il disegnatore Disney veneziano Luciano Gatto, disegnando tavole di "Topolino". Nello stesso periodo ha iniziato a operare come libero professionista nel campo del fumetto dando vita a una carriera ricca di riconoscimenti in ambito nazionale e internazionale. La sua serie di maggior successo è forse "Nirvana", dove si raccontano le avventure di un vecchio Maestro di Zen che vive appollaiato in cima a un monte. Nel 2017 pubblica Necronomicomix, raccolta di strisce tutte dedicate a mostri, vampiri, zombi, licantropi, legandoli a situazioni di vita quotidiana e al nostro effimero presente.

P.zza Duomo, 1
C.F. e P.Iva 00132550252
info@comune.belluno.it PEC: belluno.bl@cert.ip-veneto.net